Untitled Document
L’Educandário e il raduno mondiale di preghiera
02/06/2010

Il raduno mondiale di preghiera é l’Unione Cristiana in tutto il mondo, che prega per i bambini e gli adolescenti in situazione di rischio.

Per iniziativa della VIVA (www.viva.org) questa manifestazione si tiene da 15 anni in piú di cento paesi, e dal 2003 é stata promossa anche dalla Rete “Mani Date” in Brasile.

Nel 2009 la “Viva” ha messo in relazione il raduno di preghiera con le mete del millenio, che stabiliscono delle date per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo (ODMS). Questi obiettivi fanno parte del progetto del Millenio delle Nazioni Unite, ideato nel 2002 dall’allora Segretario Generale dell’ONU, Kofi Atta Annan. Gli obiettivi sono una serie di otto impegni (www.objetivosdomilenio.org.br) approvati dai leader di 191 paesi membri dell’ONU, e che si sono impegnati ad attingere, entro il 2015.

Dal 2008 l’Educandário aderisce al raduno di preghiera, coinvolgendo alunni,insegnanti, collaboratori e invitati ai momenti di preghiera in beneficio di bambini e adolescenti in stuazione di rischio.

Quest’anno, in preparazione all’evento del 2 giugno, sono state fatte varie riunioni a cui hanno partecipato le insegnanti Camila Archioli e Vanessa Sartori, responsabili dell’organizzazione, altri professionisti dell’istituzione, collaboratori e invitati, che sono servite per coinvolgere attivamente tutti i partecipanti al quindicesimo Raduno Mondiale di Preghiera.

Oltre all’Educandário con frate José Luis da Costa, hanno partecipato al movimento, la scuola materna Irmã Crucifixo, il Centro Educativo Municipale Vitor Rachel Toller, la scuola municipale EMEB João Pereira Pinho, la Comunitá Cammino Sicuro, il pastore evangelico Edilson, l’insegnante spirita Maria Terezinha Machado Rutpaulis, uniti in un’azione ecumenica cristiana motivata dal desiderio sincero di attuare  nella soluzione delle necessitá di bambini e adolescenti in situazione di rischio.

Resolução Mínima de 800x600 © Copyright - Educandário Santo Antonio - Bebedouro/SP 2009. By 9ideia Comunicação